Codacons chiede il sequestro del sito Easyjet

Codacons chiede il sequestro del sito Easyjet

Dopo la diffamatoria descrizione della Calabria, depositata denuncia per diffamazione.

Sembra un copione già scritto. Un invito a non recarsi in Calabria.Sul sito della compagnia aerea EasyJet viene descritta la nostra regione come un luogo “dove ci sono pochi turisti per colpa di una lunga storia di mafie e terremoti”.Si tratta di un vero e proprio invito a non venire in Calabria. Una incomprensibile decisione di penalizzare lo scalo aeroportuale di Lamezia Terme, attraverso una subdola forma di intimidazione.

Quasi a dire: una terra di criminali & terremoti …ma vi conviene andare in Calabria ?Non si tratta solo di  una campagna di pessimo gusto. Ai clienti che cercano le mete per le proprie vacanze, infatti, la compagnia aerea “sconsiglia la Calabria”, attraverso un messaggio pericoloso: “Per un assaggio autentico della vivace vita italiana, niente di meglio della Calabria. Questa regione soffre di un’evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti – e la mancanza di città iconiche come Roma o Venezia capaci di attrarre i fan di Instagram”.

Riteniamo sia una vergognosa quanto intollerabile discriminazione e denigrazione – sostiene Francesco Di Lieto del Codacons – capace di avere ricadute negative sull’economia di un intera regione oltre che sull’immagine di circa 2 milioni di abitanti.“Per questo motivo abbiamo depositato una denuncia in Procura ipotizzando il reato di diffamazione – conclude Di Lieto – e chiesto all’Antitrust di provvedere all’immediato sequestro del sito web della compagnia”.Il blocco del sito appare doveroso al fine di bloccare gli effetti di una campagna, gravemente offensiva per la Calabria ed i Calabresi.

Francesco Di Lieto – Codacons