Il presidente del consiglio di Monasterace: “Nei miei confronti un vero e proprio linciaggio”

Il presidente del consiglio di Monasterace: “Nei miei confronti un vero e proprio linciaggio”

Da un anno è stato messo in atto un vero e proprio linciaggio morale nei miei confronti per una banalissima vicenda che di seguito riassumo.

Delle luminarie natalizie ci siamo impegnati noi amministratori sin dal 2014 per quanto attiene al pagamento, non essendoci le risorse finanziarie nel bilancio. Nell’anno 2016 hanno concorso alcuni commercianti, invece per saldare  le spese relative all’anno 2017, a fine 2018 mi sono rivolto a due associazioni sportive che hanno dato un loro contributo complessivo  di euro 1100 , mentre per le feste natalizie del 2018 è stata impegnata la spesa di 1.000 col bilancio comunale e nessun contributo è stato chiesto ai commercianti.

Questa vicenda , che in qualunque altro comune  nessuno avrebbe pensato di utilizzare per farne argomento  di lotta personale e politica, da noi è stata utilizzata per  colpire la dignità e l’onorabilità della mia persona , prima  da chi  ha mal digerito la mi netta affermazione alle scorse elezioni comunali e non avrebbe alcun titolo per occuparsene, adesso invece  è diventata il cavallo di battaglia della minoranza, che non avendo alcun altro argomento per attaccare l’operato della maggioranza , si è scatenata nel consiglio comunale del 18 giugno contro di me, chiedendone le dimissioni da presidente del consiglio.

Nella stessa seduta consigliare ho chiarito senza mezzi termini  il mio operato, che è esente da qualunque tipo di responsabilità, come le persone serie ed oneste possono intendere facilmente, essendosi trattato di un servizio reso a favore della collettività.

Ho tollerato per un anno gli attacchi provenienti da persone da cui non mi sarei mai aspettato tanto accanimento, sperando che l’ira post sconfitta elettorale si placasse, ma avendo constatato che è riesplosa con maggiore virulenza, ho ritenuto inevitabile tutelarmi in sede legale denunciando l’aggressione morale di cui sono vittima.

L’accanimento verso la mia persona ,da parte dell’attuale minoranza consigliare e di alcuni  loro sostenitori, non spegnerà il mio entusiasmo che ormai da sei anni caratterizza la mia esperienza alla guida del consiglio comunale, forte della  l’incondizionato appoggio di tutti i componenti della maggioranza e dei tanti cittadini che ci hanno dato fiducia.

Sono e sarò sempre in prima linea per il bene di Monasterace.

Andrea Marino – PCC Monasterace