Consigliera leghista paragona bambini Rom ad animali

Consigliera leghista paragona bambini Rom ad animali

“I bambini rom sono come animaletti, alzano la gamba e fanno la pipì sotto un albero, strisciano per terra e si tirano la roba da mangiare”.

Queste oscene parole che avete sentito le ha proferite Cristina Taccini, VicePresidente leghista del Consiglio Comunale a San Giuliano Terme (Pisa).

L’esponente leghista si accanisce contro bambini innocenti con disprezzo e rabbia che non sorprendono in quanto rappresentate della lega. La consigliera Taccini non solo dovrebbe chiedere scusa ma dimettersi. In una frase, è riuscita a sminuire l’articolo 3 della Costituzione negando i principi di pari dignità sociale senza distinzione di razza, di condizioni personali e sociali. Persone cariche di odio e disprezzo nei confronti di bambini non sono degne di essere ascoltate, tantomeno di rappresentare le istituzioni repubblicane e democratiche.

Non smetteremo mai di sorprenderci, ancora una volta la Lega sfrutta i più deboli per creare consenso. Se non si fanno scrupoli davanti ai bambini, temiamo fin dove possano arrivare.

Alessandra Nardini – Partito Democratico

Rispondi