PD di Roccella: “La nostra opposizione a questa amministrazione è ferma”

PD di Roccella: “La nostra opposizione a questa amministrazione è ferma”

Per il Partito Democratico di Roccella Jonica non ci sono perplessità! La nostra opposizione a questa amministrazione è ferma, dal voto contrario delle linee programmatiche al NO sul bilancio consuntivo.

Anche se nella fase acuta dell’emergenza sanitaria lo spirito manifestato è stato quello della collaborazione, il nostro invito è rimasto inascoltato.

In queste ore abbiamo inteso manifestare alla cittadinanza tutta la nostra preoccupazione su quello che è stato il bilancio consuntivo 2019 e su altre scelte discutibili prese dall’amministrazione comunale.

I tributi del nostro Comune sono alle massime aliquote: la tariffa dei rifiuti è stata quadruplicata! Una pressione fiscale insostenibile per molte famiglie roccellesi!

I cittadini non riescono a pagare, con conseguente mancato introito per le casse comunali per oltre 20 milioni di euro! Il Comune non incassa!!!

Risultato? Una gestione amministrativa in cui si naviga a vista:

-non c’è “un euro” in cassa ;

– per pagare forniture e servizi del triennio 2016/2018 si ricorre ad anticipazioni di liquidità (433 mila euro con cassa depositi e prestiti);

-Non si è pagato il conferimento dei rifiuti nel 2016 per 208 mila euro ed occorre pagarlo nel 2020 e 2021;

-Ci si è indebitati per 4 milioni di euro con la Regione Calabria per la somministrazione di acqua potabile;

– Cassa Depositi e Prestiti e MEF vantano un credito nei confronti del Comune di Roccella per circa 6 milioni di euro;

– per l’anno 2019, 328 mila euro di interessi passivi;

– Prestiti, rateizzazioni, mutui, anticipazioni e rinegoziazioni fino al 2043.

Questo è il risultato del bilancio consuntivo 2019 del Comune di Roccella approvato dalla sola maggioranza nella seduta del Consiglio Comunale del 16 u.s.

Non si può rimanere in silenzio di fronte alla preoccupante situazione che grava sul presente dei roccellesi ed ipoteca il futuro dei nostri figli.

La vita non è un gioco; questa amministrazione è bene che si astenga da cospicue somme in favore del loro rettangolo di gioco.

Si possono elargire 141 mila euro alla sola società di calcio per i due campionati 2015/2017… e non solo, mentre si ipoteca il futuro dei nostri figli fino al 2043?

Quanto detto trova conferma nel nuovo regolamento per le concessioni di fondi alle attività sportive approvato dalla maggioranza nell’ultimo Consiglio comunale.

Un paravento che prelude ad una nuova elargizione pallonara, mentre le attività commerciali, turistiche e dell’edilizia languono.

In ultimo, la voce della nostra iscritta Lucia Spagnolo, consigliere del Comune di Pazzano, non è isolata. Siamo convinti che vi sono stati errori

nella gestione dello sbarco dei 70 pachistani giunti al Porto di Roccella Jonica il 10 luglio scorso.

E’ fuor di dubbio che i migranti andavano accolti e dovevano essere garantite le condizioni di sicurezza e di dignità necessarie, cosi come pensiamo che avvenga in ogni Porto d’Italia. E’ nella fase di comando dello sbarco e conseguente azione di accoglienza che sono state compiute delle scelte molto azzardate e rischiose:

1) Dopo le operazioni di sbarco, chi ha deciso il trasferimento al Palazzetto dello sport dei migranti prima dell’esito dei tamponi (risultati poi positivi per 26 delle 70 persone), mettendo a rischio volontari e forze dell’Ordine?

2) Chi ha deciso e “sbandierato” a tutti i media, anche nazionali, che i minorenni in quarantena a Roccella sono ospiti in un albergo nel centro del paese, notizia che ha scatenato timori e disdette da parte di turisti che avevano già prenotato presso le strutture alberghiere del nostro paese?

3) Onde evitare l’aumento del contagio (cosa che poi è avvenuta!!!), perché non è stato chiesto da subito, con autorevolezza, il trasferimento dei ragazzi positivi al Covid 19 in strutture più idonee e naturalmente diverse da quelle in cui alloggiavano le persone sane?

Tre momenti di assoluta importanza per tutelare maggiormente i minori e per evitare quanto da giorni inquieta la cittadinanza suscitando, allo stesso tempo, clamore nei media nazionali.

Assistiamo, invece, al silenzio assordante di un’amministrazione che, ad oggi, risponde ad ogni interrogativo “andrà tutto bene”, non curandosi di una stagione turistica oramai più che compromessa!

Partito Democratico – Circolo di Roccella Jonica