La movida irresponsabile e il coronavirus che torna. In autunno un nuovo lock down grazie agli stolti che si ammassano in discoteca?

La movida irresponsabile e il coronavirus che torna. In autunno un nuovo lock down grazie agli stolti che si ammassano in discoteca?

Che gli italiani siano un popolo insofferente alle regole è risaputo.

Ma siccome di coronavirus ci si ammala e si muore il senso di responsabilità verso se stessi e verso i propri cari più vulnerabili (malati e anziani) dovrebbe quantomeno spingere tutti noi ad essere prudenti.

Eppure in queste estate 2020 post lock down nei locali della movida notturna il senso di responsabilità sembra essere stato abbandonato.

Tutti abbiamo visto le immagini di persone ammassate che ballano gomito a gomito, anche nei locali della Locride.

E infatti il numero di contagi risale, in Calabria e in generale in Italia.

Il numero di contagi che si manifesta oggi fa riferimento a chi si è ammalato tra 10 e 14 giorni fa, quindi sembra evidente che nei prossimi giorni il trend sia destinato ad aumentare, anche se ci auguriamo il contrario.

Le follie di questa estate stanno compromettendo l’autunno e l’inverno, la nostra economia, le nostre relazioni sociali, la nostra vita.

Prima di infilarvi in un assembramento pensate che potreste ammalarvi, magari senza averne conseguenze, e poi potreste contagiare i vostri genitori e i vostri nonni. Questo non significa che non bisogna divertirsi o vivere le nostre vite, ma in questa fase servirebbero atteggiamenti ben diversi da quelli che stiamo osservando con apprensione.

L’invito è a vivere lo scampolo di estate rimanente in maniera intelligente, tenendo conto della delicatezza di questa fase,

Andrà tutto bene se contribuiremo a farlo andare bene.