La Meloni prima volta le spalle all’Italia e poi vuole prendersi il merito del Recovery Fund

La Meloni prima volta le spalle all’Italia e poi vuole prendersi il merito del Recovery Fund

Secondo Giorgia Meloni, i 209 miliardi del Recovery Fund sarebbero arrivati grazie a lei e il suo partito.Ecco, ci teniamo a ricordare che il suo partito si è astenuto sulla risoluzione europea relativa a questa decisione storica. E ci teniamo a ricordarlo non perché il Recovery Fund, oggi, sia qualcosa solo di qualcuno e non di tutti. Ma per un altro motivo, ben più serio: perché quando c’è stato bisogno del supporto di tutti gli italiani in Europa, lei si è data alla fuga. Lei e Salvini.

Quando c’è stato il bisogno di unirsi, come italiani, per chiedere un supporto per famiglie, imprese e lavoratori, Meloni si è voltata dall’altra parte. Lasciando a noi tutto il lavoro. E allora ci dispiace, ma non funziona così: funziona che il sostegno lo devi dare quando c’è bisogno.

Funziona che il coraggio di collaborare con i tuoi avversari politici per un bene superiore, quello del Paese, lo dimostri con i fatti, non con le parole. Funziona che se ti tiri indietro nel momento della necessità per un calcolo politico, poi non puoi tornare mesi dopo a lavoro fatto e dire “è merito mio”.

Funziona che questo non è un modo serio di lavorare. Noi infatti c’eravamo all’epoca, quando si trattava di strappare il miglior accordo possibile per l’Italia. E ci siamo oggi, che dobbiamo lavorare per ricostruire questo Paese. Lo faremo. E lo faremo ignorando le ipocrisie di chi quando l’Italia ha avuto bisogno si è girato dall’altra parte.

Brando BenifeiEurodeputato PD