Se credete che i migranti portino il coronavirus non avete idea della realtà. Ecco i dati

Se credete che i migranti portino il coronavirus non avete idea della realtà. Ecco i dati

“Sono tutti infetti! Via i migranti dall’Italia!”

“I nuovi ingressi sono un pericolo sanitario visto l’alto numero dei positivi sbarcati!”

Poi arrivano i dati, quelli veri, del Viminale, a fare ordine.
A smontare ogni subdola strumentalizzazione su un tema, quello delle politiche migratorie, su cui la destra campa elettoralmente da anni.

265.000 gli italiani positivi al Covid, da inizio pandemia.
1.218 i migranti positivi al Covid, nelle strutture d’accoglienza, da inizio pandemia.

Lo 0,4% del totale dei casi in Italia. Lo zerovirgolaquattro.

Cifra che non ha mai allarmato il Presidente del Consiglio superiore della Sanità: “il 25-40% dei casi sono stati importati da concittadini tornati da viaggi o da stranieri residenti in Italia. Il contributo dei migranti è minimale”.

E aggiungiamo un dettaglio non di poco conto: se c’è chi è sottoposto a costanti e stringenti controlli sanitari, allo sbarco, per la messa in sicurezza di tutti, sono proprio coloro che sbarcano.

Consigliamo quindi a chi lucra politicamente sui migranti di aggiornare il repertorio e di lasciare in pace, definitivamente, persone che meritano rispetto e che hanno tutto il diritto di vivere e stare bene.

Sfruttare la pandemia per alimentare sentimenti razzisti è umanamente, prima che politicamente, degradante.

Pagina facebook Partito Democratico