Quanto è strana la chiesa

Quanto è strana la chiesa

Quanto è strana la chiesa. Ieri mattina l’associazione pro vita e famiglia ha affisso a Reggio Calabria dei manifesti di una ragazza che tiene in mano un cartello con su scritto: “il corpo di mio figlio non è il mio corpo”.

Il sindaco Falcomatà ha politicamente scelto di rimuovere quei manifesti. Si è scatenato l’inferno. Roba tipo: “Falcomatà sopprime la libertà di espressione”. Addirittura la Diocesi di Reggio Calabria si è opposta alla scelta del sindaco.

Ora la mia domanda è: “Il corpo di mio figlio non è il mio corpo” vale solo nelle prime 22 settimane dal concepimento o anche quando i bambini vengono sottoposti al battesimo, al catechismo, alla prima comunione, alla cresima, all’ora di religione nelle scuole? “Il corpo di mio figlio non è il mio corpo” vale anche dopo il taglio del cordone ombelicale o solo fin quando è un tutt’uno col corpo della madre?