Calabria: le crolla uno scaffale addosso, commessa di un negozio finisce in ospedale

Calabria: le crolla uno scaffale addosso, commessa di un negozio finisce in ospedale

Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale – Focus ‘ndrangheta” sono stati conseguiti i seguenti risultati:

  • nr. 01 persone arrestate o in stato di fermo di P.G.;
  • nr. 03 persone deferite all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà;
  • nr. 05 persone segnalate all’Autorità Amministrativa, in quanto assuntori di sostanze stupefacenti;
  • identificate nr. 1389 persone;
  • controllati nr. 588 veicoli (anche con sistema Mercurio);
  • effettuati numerosi posti di controllo;
  • elevate nr. 18 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;
  • elevate nr. 25 contestazioni amministrative in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (ex D.L. n. 19 del 25.03.2020);
  • effettuate nr. 36 perquisizioni;
  • nr. 01 persone accompagnate in Ufficio per identificazione;
  • effettuati nr. 04 controlli amministrativi, elevate nr. 03 sanzioni amministrative e, contestualmente.

Nella serata del 15 maggio u.s., personale della Squadra Volante ha segnalato al sig. Prefetto, in quanto assuntore di sostanze stupefacenti, F. A., classe 1994. Nella circostanza il predetto veniva trovato in possesso di grammi 0,5 di cocaina, opportunamente sequestrata.

In data 15 maggio 2021 personale della locale Divisione PASI – Squadra Amministrativa, nell’ambito di specifici servizi disposti dal Sig. Questore di Crotone, ha effettuato alcuni controlli amministrativi, all’esito dei quali ha conseguito i seguenti risultati:

presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande di Isola di Capo Rizzuto emergeva il non corretto rispetto delle procedure previste dal piano di autocontrollo basato sui principi dell’HACCP, nello specifico le relative schede sanitarie risultavano essere ferme da marzo 2020. Atteso quanto sopra, al momento dell’accertamento, si provvedeva a contestare la sanzione de qua ex art. 6 c.8 D.Lvo 193/2007 (pmr Euro 2000,00).

presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande di Crotone veniva contestata la sanzione di cui all’art. 4 c.1 del D.L. 19/2020 in relazione all’allegato 9 del DPCM del 2 Marzo 2021 (pmr 400,00), in quanto il titolare ed una dipendente, addetta alla cassa, non indossavano la prevista mascherina.

Nella giornata del 16 maggio u.s., personale della Squadra Volante ha controllato un soggetto appiedato, tale B.G.M., romano classe 2000. A seguito di perquisizione personale con esito positivo, veniva trovato in possesso di un involucro di cellophane di colore bianco, ubicato nella tasca sinistra dei pantaloni, contenente sostanza stupefacente del tipo marijuana dal peso lordo di grammi 0.64. Il soggetto veniva segnalato al signor Prefetto ai sensi dell’art. 75 DPR 309/1990.

Nella stessa giornata, medesimo personale, ha poi segnalato al sig. Prefetto tale S.L., crotonese del 1997. Lo stesso è stato trovato in possesso di gr 0,46 di sostanza stupefacente di tipo marijuana.

In data 17 maggio 2021, personale della Squadra Volante, nell’effettuare un controllo appiedato in una piazzetta cittadina, ha rinvenuto una bustina di plastica di colore bianco contenente sostanza essiccata di colore verdastro, rivelatasi poi stupefacente del tipo marijuana, dopo l’analisi effettuata presso il locale Gabinetto di Polizia Scientifica, e dal cui narcotest risultava anche positiva per i derivati di canapa e hashish per un peso netto di gr 1,97 opportunamente custodita presso il locale ufficio reperti.

In data 18 maggio 2021, personale della Squadra Volante ha segnalato al sig Prefetto di Crotone ai sensi dell’art 75 DPR 309/90 tale S.G., nato a Genova nel 1993, in quanto, a seguito di intervento per lite in famiglia, veniva rinvenuto nella sua abitazione, un involucro contenente sostanza stupefacente del tipo “marijuana” del peso di gr. 0,43 lordi, occultata all’interno di un comodino di una stanza. Tale sostanza è stata sottoposta a sequestro amministrativo.

In data 19 maggio u.s., personale dipendente del Reparto Prevenzione Crimine Cosenza, ha segnalato alla Prefettura ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/90, M.F., della provincia di Crotone classe 1980, trovato in possesso di grammi 0,51 di sostanza stupefacente del tipo cocaina.

Successivamente, personale della Squadra Volante, ha dapprima operato il sequestro a carico di ignoti di grammi 0,46 di sostanza stupefacente del tipo cocaina e poi rinvenuto e sequestrato sempre a carico di ignoti, grammi 0,43 di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

In data 20 maggio 2021, personale della Squadra Volante, durante un controllo di polizia ha deferito un cittadino Crotonese, a bordo della propria autovettura, tale M.A., ex art 495 cp (Falsa Attestazione a PU) in quanto si spacciava per il fratello. Accertato dunque in questi Uffici, a mezzo cartellino identificativo in giacenza presso gli Archivi Generali della locale Questura, lo stesso dopo la stesura atti a proprio carico si allontanava da Questi Uffici.

Successivamente, le volanti venivano inviate presso un’attività commerciale, in quanto una delle commesse dello stesso esercizio commerciale, tale P.A., crotonese classe ‘93, era stata vittima di incidente. Nello specifico subiva il crollo di una delle scaffalature in ferro. La dipendente del negozio veniva trasportata in ospedale dove veniva messa in prognosi riservata a causa di varie fratture multiple alla colonna vertebrale. In seguito veniva trasportata presso l’ospedale di Catanzaro. Sul luogo dell’intervento giungeva anche l’ispettorato del lavoro il quale disponeva il sequestro della parete espositiva danneggiata, mentre la restante area restava aperta al pubblico.

Inoltre, sempre medesimo personale a seguito di segnalazione, ha individuato due uomini armeggiare accanto ad un’auto in sosta, dalla quale asportavano parti degli specchietti laterali. Alla vista della volante questi si davano a precipitosa fuga e gettavano la refurtiva. Uno dei soggetti veniva prontamente bloccato e successivamente deferito ai sensi dell’art 624 cp,625cp, art 1 1 c.p., tale M.R., crotonese classe 1998, mentre le cose pertinenti al reato venivano restituite, dietro opportuno riconoscimento, al legittimo proprietario.

In data 21 maggio 2021 personale della locale Divisione PASI – Squadra Amministrativa procedeva a notificare n. 2 Decreti di sospensione di attività commerciale per giorni 5 (cinque) emessi dalla Prefettura di Crotone, a seguito di rapporto trasmesso, ex art. 4 D.L. n. 19/2020 dallo scrivente ufficio per le riscontrate violazioni alle norme di contenimento alla diffusione del virus denominato “Covid 19”, nei confronti di R.P. crotonese del 1978, titolare di una cartoleria e T.D., crotonese classe ’94 titolare di una tabaccheria.

Nella giornata del 21 maggio u.s., inoltre, in ottemperanza all’ordinanza del Sig. Questore di Crotone nr. CAT.A.4/GAB./(432)/2021 del 14 maggio 2021 avente oggetto “Focus ‘ndrangheta”, il medesimo personale, unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, ha effettuato controlli amministrativi ex art. 13 L. 689/81 nei confronti delle seguenti attività:

– attività di vicinato per la vendita di prodotti di genere alimentare in Crotone, il cui titolare, non presente sul posto, è D.L.V., crotonese del 1970. L’attività risultava essere condotta da F.R., crotonese classe ’92. Al termine del controllo veniva emesso biglietto d’invito al fine di esibire documentazione dell’attività non in grado di mostrare sul posto.

-. attività di vicinato per la vendita di bevande alcoliche e analcoliche ubicata a Crotone il cui titolare, presente sul posto, è R.M., crotonese del 1973. Al termine del controllo il soggetto veniva sanzionato ex art. 64 c. 1 de D. L.vo 59/2010 e art. 10 c. 1 L. 287/91 (pmr € 5.000,00), per aver somministrato bevande alcoliche a due avventori sprovvisto della prescritta autorizzazione.

In data 21 maggio u.s., M.R., nato a Milano nel 1981 è stato deferito in stato di libertà dalla Squadra Volante per i reati di ricettazione e falsa dichiarazione sulla propria identità e sulle qualità proprie o altrui.

Successivamente medesimo personale è intervenuto presso una farmacia, in quanto V.B., crotonese classe 1969 si era introdotto, forzando la saracinesca con un cric, all’interno della farmacia, dove veniva trovato dagli operanti, nascosto dietro uno scaffale, con addosso una refurtiva pari a 165 euro. Si procedeva quindi all’arresto dello stesso.

Ufficio Stampa Questura Crotone