Non rispetta le normative anti-covid, nuovamente chiuso un locale nel crotonese

Non rispetta le normative anti-covid, nuovamente chiuso un locale nel crotonese

A seguito di controllo amministrativo effettuato il 05.09.2021 nei confronti di un’attività di somministrazione di alimenti ubicata a Crotone, nella giornata del 7 settembre u.s., personale della Divisione P.A.S.I. – Squadra Amministrativa, ha sanzionato I.F., crotonese del 1994, ivi residente, nella sua qualità di legale rappresentante dell’esercizio, per non aver rispettato le normative atte al contenimento del rischio epidemiologico derivante dal virus Covid-19, nello specifico per aver consentito la consumazione al banco nonostante non venisse assicurato il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro tra i clienti, nonché per aver consentito lo svolgimento di una serata danzante e di intrattenimento musicale con la presenza di numerosi avventori, non seduti al tavolo in quanto intenti a ballare, che non indossavano la mascherina di protezione delle vie respiratorie, creando assembramento all’interno del locale senza mantenere la prescritta distanza interpersonale (pmr € 400,00).

Si è proceduto alla chiusura provvisoria dell’attività per giorni 5 (cinque) ed è stata inviata segnalazione al Prefetto di Crotone per l’emanazione della sospensione dell’attività da 5 a 30 giorni, significando che l’attività in parola risulta essere stata in precedenza già sanzionata per le stesse violazioni, con verbale elevato sempre a carico dello stesso I., nelle date del 30 luglio 2021 e del 24 agosto 2021, rispettivamente per i fatti accertati il 25 luglio ed il 22 agosto 2021.

Veniva anche notificato al soggetto l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato all’applicazione della sospensione dell’attività ex art. 100 TULPS, in quanto le reiterate condotte accertate potrebbero favorire la diffusione del virus Covid-19, mettendo a repentaglio la sicurezza pubblica.

Si procedeva inoltre a seguito di ulteriori accertamenti ad elevare sanzione amministrativa (pmr € 1.666,66) in quanto si accertava l’impiego di personale addetto ai servizi di controllo nei locali di pubblico trattenimento e spettacolo senza aver dato preventiva comunicazione all’Autorità competente.

Ufficio Stampa Questura Crotone