Il Pd di Roccella contesta l’amministrazione sui tempi di convocazione dei consigli comunali

Il Pd di Roccella contesta l’amministrazione sui tempi di convocazione dei consigli comunali

Il Circolo PD di Roccella Jonica ribadisce le ragioni lamentate dal nostro Consigliere comunale, dr. Domenico Bruzzese, nella missiva inviata qualche giorno fa al Presidente del Consiglio Comunale e al Prefetto di Reggio Calabria.

Non è più tollerabile, infatti, il tempo e il metodo delle convocazioni dei consigli comunali, ossia tempi ristrettissimi tra la convocazione e la seduta, senza nessun incontro preliminare delle commissioni consigliari ne la trasmissione ai consiglieri della documentazione necessaria per lo studio e la valutazione degli argomenti all’ordine del giorno.

Questo sistema, irrispettoso nei confronti dei consiglieri di minoranza, risulterebbe addirittura illegittimo nell’ultima seduta del 27 Dicembre scorso convocata alla vigilia di Natale con soltanto due giorni utili tra la convocazione e il Consiglio Comunale.

Ricordiamo che una precisa norma del TUEL (art.38 comma 2 d.lgs n.267/2000 regolamenta le tempistiche di convocazione del Consiglio Comunale che dispone che, in seduta ordinaria, debba essere convocato almeno sette giorni prima della seduta, e in via straordinaria con almeno cinque giorni di anticipo.

Ciò al fine di consentire ai consiglieri comunali (soprattutto a quelli di minoranza) la piena conoscenza della documentazione ed esercitare le proprie prerogative partecipative e il proprio compito istituzionale di controllo e proposta sugli atti amministrativi ed affrontare una discussione in consiglio comunale.

Ribadiamo quindi le richieste esposte dal consigliere Bruzzese al Presidente del Consiglio e al Prefetto, ossia

– il rinvio del Consiglio Comunale del 27 dicembre 2021 per illegittimità della convocazione;

– la modifica/integrazione del regolamento del consiglio comunale di Roccella Jonica con relativa indicazione dei termini minimi di convocazione delle sedute;

– La convocazione dei consigli comunali nei termini stabiliti dalla normativa attualmente vigente;

– La ricezione degli atti consigliari con congruo anticipo tale da consentire un’ attento studio prima della discussione e votazione in consiglio.

Il Coordinatore del Circolo – Avv. Giuseppe Simone