Scelgo Locri: “Calabrese spieghi ai locresi e alla regione quello che non ha voluto spiegare ai consiglieri comunali”

Scelgo Locri: “Calabrese spieghi ai locresi e alla regione quello che non ha voluto spiegare ai consiglieri comunali”

La Regione Calabria ha inviato una formale richiesta all’amministrazione comunale di Locri invitandola a fornire “urgenti notizie” sulla legittimità degli atti legati al fondo per non autosufficienza 2015, in seguito alla segnalazione fatta dal nostro gruppo “Scelgo Locri”.

Una iniziativa, quella regionale, che accogliamo con soddisfazione e che, finalmente, dimostra come le nostre segnalazioni su numerosi fatti politico-amministrativi, a nostro avviso non del tutto aderenti alla legge, trovano effettivo riscontro.

Tale ultima segnalazione ha riguardato una variazione di bilancio, approvata in consiglio comunale, del tutto uguale, per importi e periodi di riferimento, ad un’altra variazione effettuata negli anni precedenti. Una leggerezza talmente grave da rischiare di inficiare il bilancio comunale, con pessime conseguenze per la città, tanto da spingere i consiglieri di opposizione Carabetta, Garreffa, Ratuis, Passafaro e Previte a chiedere, appunto, lumi agli organi preposti.

La continua e coerente azione del gruppo consigliare, congiuntamente al gruppo politico, tesa a svolgere un compito di controllo e proposta, vede dunque delle concrete risposte e ci sprona a perseguire anche in questi termini l’attività politica, in favore della città e non solo.

Le risorse di cui si è evidenziata l’incongruenza, infatti, sono gestite da Locri come Comune capofila del Distretto Socio Sanitario n° 2 della Locride, composto da 23 comuni, una mala gestione si ripercuoterebbe su decine di migliaia di abitanti della Locride.

Purtroppo, sono molteplici gli aspetti amministrativi riguardanti Locri che ancora richiedono di essere approfonditi, come l’inquietante e drammatica doppia delibera fatta emergere nell’ultimo consiglio comunale, apparsa con due testi differenti, ma con il medesimo protocollo o la poco chiara gestione di “Locri On Ice” in questa difficile fase pandemica, per citare i due più recenti e per i quali abbiamo chiesto il supporto degli enti superiori.

“Scelgo Locri” continuerà ad operare ponendo grande attenzione alla vita amministrativa della città, certi di stare fornendo un servizio fondamentale per i nostri concittadini e nella prospettiva di poter quanto prima archiviare le fallimentari esperienze amministrative degli ultimi otto anni.

Scelgo Locri