“Non chiudiamo SOLO le scuole”

“Non chiudiamo SOLO le scuole”

Sono fortemente contrario alla chiusura delle scuole, i nostri ragazzi non possono più rinunciare all’attività scolastica! Non dopo due anni di pandemia e dopo tutte le esperienze passate. È inammissibile che ci facciamo ancora trovare impreparati su quello che più di ogni altra cosa dovrebbe stare a cuore ad ogni singolo amministratore. Le scuole si sarebbero dovute riaprire in sicurezza già da settembre. Si sarebbe dovuta prevedere la possibilità di crescita dei contagi e la presenza di contagiati in aula. La nostra (di noi che non siamo più alunni) paura è quella che i nostri bambini possano portare a casa il virus e contagiare altri membri della famiglia. Ma non ci interessa dei problemi psicologici che stiamo causando nelle future generazioni.

Allora vi comunico che se dovete chiudere le scuole e far rinunciare ai nostri figli a un qualcosa che non potranno mai più ricevere dovreste iniziare a rinunciare voi a qualcosa. Se il pericolo è reale (e non sta a me stabilire) allora sono altre le cose che dovrebbero restare chiuse.

Prima di chiudere le scuole bisogna chiudere bar, ristoranti, palestre, piscine, chiese, parrucchieri, estetisti, matrimoni, battesimi, funerali e tutto ciò qualsiasi genitore metterebbe dopo, in ordine di priorità, la salute mentale del proprio figlio. In quel caso va benissimo chiudere ANCHE le scuole. Ma qui stiamo chiudendo SOLO le scuole. E a me non sta bene.

Chiudiamo le chiese e i luoghi di culto, dove la gente si affolla. Ma non chiudiamo le scuole!

Avete fallito, tutti.