Torna il “Borghinfiore” a Placanica

Torna il “Borghinfiore” a Placanica

Dopo due anni di forzato riposo a causa della pandemia e, con a disposizione un arco temporale per l’organizzazione ristretto, a causa delle amministrative svoltesi il 12 Giugno scorso per il rinnovo del consiglio comunale, Placanica riapre i battenti a Borghinfiore.

Col patrocinio assoluto dell’amministrazione, con un volontariato organizzativo di figure esperte nel settore, con la partecipazione dell’oratorio ‘Anspi’, ma soprattutto con la collaborazione preziosa del ‘gruppo donne’ diventato ormai un valido riferimento sociale e culturale, ritorna a Placanica il fiore all’occhiello delle manifestazioni estive della comunità placanichese.

Programmato per i giorni 7 e 8 Agosto, l’evento è cominciato con la giocoleria di Darwin Pimentel, un abilissimo artista di strada venezuelano che è riuscito, con le sue magiche evoluzioni a incantare grandi e piccini.

A seguire la bravissima Tania Foschi si è esibita, sempre in quella splendida location che è il convento domenicano, in una rappresentazione teatrale degna di questo nome, fatta di monologhi e arrampicate al trapezio, riuscendo a coinvolgere direttamente anche il pubblico presente.

Per le vie del borgo, inoltre, addobbato con stile e qualche tocco d’estro dal gruppo donne, si possono degustare le prelibatezze della cucina locale e visitare le bancarelle espositive degli artigiani di zona e i lavori realizzati a mano con la sapienza tramandata dai nostri nonni.

La novità della ripartenza consiste in una mostra allestita nella chiesa di Santa Caterina dove si possono ammirare ricami e paramenti sacri creati e cuciti a mano dalle ricamatrici locali. La prima giornata si è conclusa con il concerto del ‘sempre sulla cresta dell’onda’ Mimmo Cavallaro.

Numerosissimi i visitatori specie venuti da fuori. Si proseguirà oggi 8 Agosto con lo spettacolo ‘Nagual’ del trapezista Adriano Cangemi e la comicità della compagnia ‘Lannutti e Corbo’. Placanica, dunque riparte alla grande e augura a tutti una buona estate.

Pasquale Aiello