Roccella Jonica: liberata tartaruga in mare

Roccella Jonica: liberata tartaruga in mare

Riceviamo dall’ Ufficio Circondariale Marittimo – Guardia Costiera di Roccella Jonica e pubblichiamo:

Roccella Jonica – È stata liberata in mare, nella mattinata del 19 ottobre 2015, una tartaruga Caretta Caretta, recuperata a Punta Stilo il 26 febbraio 2014.

La testuggine mostrava difficoltà natatorie e, pertanto, un diportista presente in zona, procedeva a recuperarla e segnalarne la presenza all’Ufficio Circondariale Marittimo di Roccella Jonica e al Centro di Recupero Tartarughe Marine di Brancaleone.

Lo splendido esemplare di nome “Ginevra”, ha superato notevoli difficoltà nei mesi scorsi dovute, presumibilmente, ad un’intossicazione. Durante l’estate del 2014 le sue condizioni erano talmente critiche tanto da far ritenere che avesse poche speranze di sopravvivenza; infatti lo stesso esemplare aveva raggiunto un peso di circa 9,5 Kg, non si nutriva più naturalmente ma tramite un sondino gastrico che era stato applicato con intervento chirurgico.

Oggi l’esemplare, che ha raggiunto il peso di 23 kg ed ormai pienamente in salute, ha preso il largo nelle acque antistanti il comune di Roccella Jonica, ove la tartaruga è stata liberata con l’ausilio della Motovedetta CP 326 della Guardia Costiera di Roccella Jonica. A bordo, oltre al personale militare, anche gli operatori del CRTM di Brancaleone che l’hanno assistita in questo lungo periodo.

I responsabili del Centro di Recupero Tartarughe Marine hanno illustrato l’importanza biologica ed il valore della conservazione di questi animali nel quadro della tutela della biodiversità del mare. La specie, infatti, è fortemente minacciata in tutto il bacino del Mediterraneo e ormai al limite dell’estinzione nelle acque territoriali italiane. Sono animali perfettamente adattati alla vita acquatica grazie alla forma allungata del corpo ricoperto da un robusto guscio ed alla presenza di “zampe” trasformate in pinne.

tartaruga liberazione

Ciavula

GRATIS
VIEW