Elezioni comunali 2018: a Gioiosa Ionica nasce “Idee in movimento”

Elezioni comunali 2018: a Gioiosa Ionica nasce “Idee in movimento”

Come largamente previsto, in vista delle elezioni comunali della prossima primavera, energie e soggettività varie cominciano ad organizzarsi a Gioiosa Ionica.

L’altro ieri è stata la volta di “Idee in movimento”, un nuovo movimento civico che si candida ad avere un ruolo significativo nello scenario politico gioiosano.

Un fatto certamente positivo, di grande interesse: quando i cittadini si organizzano liberamente dal basso e decidono di impegnarsi dal punto di vista politico e civico, è sempre un bene per la società che quei cittadini vogliono rappresentare. La democrazia è partecipativa e plurale, altrimenti non è, altrimenti è un’altra cosa. Un pò come la stampa, anche quella locale, anche quella che ha idee diverse dalla tua: che la nascita di “Idee in movimento” sia stata comunicata soltanto ad alcuni organi di stampa locali, escludendo ad esempio ciavula.it, appare come una sgrammaticatura che ci auguriamo possa non avere alcun seguito in futuro.

Annunciata la nascita di questo nuovo Movimento, possiamo passare subito alla fase successiva: comprendere chi e cosa vuole rappresentare.

Prima domanda. Chi promuove “Idee in movimento”? Chi ne è il comunque necessario tessitore iniziale? Dalla nota stampa diffusa, non è dato conoscere alcun nome specifico nè viene indicato un appuntamento di presentazione della nuova organizzazione. Intuiamo che, fra i soggetti promotori, vi sono sicuramente l’ex consigliere comunale Domenico Saverino e l’Avvocato Luigi Greco (nella giornata di ieri hanno condiviso sul proprio profilo facebook la nota stampa del Movimento): ma perchè non annunciare la nascita di “Idee in movimento” presentandosi direttamente alla comunità gioiosana?

Seconda domanda. Il nuovo Movimento avrà una coloritura politica di qualche tipo? Intende avviare un dialogo con soggetti già presenti sullo scenario politico gioiosano ? O l’unica pregiudiziale, già rivendicata a voce alta, è quella contro l’Amministrazione di Salvatore Fuda? Non siamo gli unici a porci questi interrogativi: il consigliere comunale Mazzaferro, ad esempio, ha già annunciato pubblicamente di voler dialogare con i giovani protagonisti di questo neonato Movimento e di voler provare a costruire con loro una lista civica comunque caratterizzata a destra.

Terza domanda. Quali pratiche di governo e di coinvolgimento della popolazione rientrano nella ragione sociale del nuovo Movimento? Quali valori di fondo e quali contenuti di programma intende portare avanti “Idee in movimento”? Cosa vuole fare, a titolo puramente esemplificativo, su: raccolta differenziata (interna o esternalizzata), accoglienza migranti (continuità Progetto Sprar), gestione beni confiscati, lavori pubblici (da completare e da avviare), tutela dei beni comuni, politiche sociali e culturali, Unione dei Comuni e unione con Marina di Gioiosa Ionica, ecc. ? Chi intraprende un nuovo impegno politico, è giusto condivida in tempi brevi la propria idea di relazioni sociali e politiche e la propria visione di sviluppo futuro.

In ogni caso, un sincero benvenuto a “Idee in movimento”: comunque la si pensi, Gioiosa Ionica ha sempre più bisogno di impegno civico, di passione politica, di spirito critico, di contesa ideale, di confronto sui contenuti.