A Milano asportano il rene sano a un paziente calabrese

A Milano asportano il rene sano a un paziente calabrese

Gli avrebbero asportato il rene sano (quello sinistro) invece di quello ammalato di tumore (destro) nel 2017. “Per me questa vicenda è stata una grande delusione, ero venuto a Milano perché le strutture presenti qui mi davano più garanzie e invece è stata una grande delusione”. Sono le parole di Giuseppe Calabrò, 87 anni, dopo l’udienza di questa mattina a Milano che ha visto a processo l’allora medico chirurgo del “Fatebenefratelli” di Milano e il secondo operatore, che avrebbero agito “con negligenza, imprudenza e imperizia” e devono perciò rispondere dell’accusa di cooperazione in lesioni colpose gravissime. “È impensabile che ci possa essere un caso del genere – continua ancora – e che ci siano questi errori così impressionanti”. Calabrò, assistito dall’avvocato Fortunato Renato Russo, si è costituito parte civile chiedendo un milione e mezzo di danni.