Coronavirus: calo dei contagi a Locri, da lunedì le scuole riprendono le attività in presenza

Coronavirus: calo dei contagi a Locri, da lunedì le scuole riprendono le attività in presenza

L’Amministrazione comunale comunica che lunedì 25 gennaio riprenderanno le attività in presenza per le scuole dell’infanzia, delle scuole primarie, secondarie di primo grado, nonché gli asili nido pubblici e privati, le ludoteche e centri di aggregazione. La situazione di emergenza sanitaria, che ha visto la nostra città vivere una fase delicata con un incremento di casi positivi nelle settimane scorse, registra oggi, fortunatamente la discesa nella curva epidemiologica dei casi positivi.

Dopo il parere del Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Reggio Calabria, dott. Pier Domenico Mammì, dove si legge che i casi sono in calo e auspica senso di responsabilità, l’Amministrazione comunale, rivolgendo l’accorato appello a non vanificare tutti i sacrifici fatti fin’oggi, rivolge l’invito alla responsabilità e rispetto delle regole da parte degli adulti. Con la ripresa delle attività scolastiche in presenza è opportuno che tutti i cittadini assumano atteggiamenti e comportamenti responsabili affinché il virus non prenda nuovamente il sopravvento e circoli senza tregua in città. Le ordinanze di chiusura adottate in precedenza, si ricorda, sono state emanate adottando provvedimenti necessari, con dati oggettivi, a causa di una emergenza sanitaria che ha preoccupato ed interessato la comunità, oltre, ad aver dato seguito al parere del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Reggio Calabria che indicava in forma precauzionale di non aprire le scuole. Oggi nulla impedisce l’Amministrazione comunale a non dover riaprire in presenza. Si ricorda che molte sono stati i ricorsi e le sentenze emesse sulle scuole e senza legittime motivazioni un sindaco non può adottare simili provvedimenti. Di fronte ad un evidente calo dei positivi non si ha margine di manovra ed è necessario attenersi alle normative in vigore. «Anche noi amministratori, da genitori- non nascondiamo la nostra preoccupazione e alcune perplessità su alcune disposizioni dettate dal Governo, a cui è necessario però attenerci per far fronte alla situazione».L’Amministrazione in collaborazione con la dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo “De Amicis Maresca”, i referenti delle scuole paritarie e private, che hanno garantito le regolari procedure di igienizzazione e sanificazione degli ambienti scolastici per come previsto dalle vigenti disposizioni ministeriali, adotterà ulteriori misure a tutela della comunità scolastica. Tra tutti, da parte del Comune verrà effettuato di fronte le scuole un maggiore controllo della Polizia Municipale per l’osservanza delle regole e per evitare assembramenti. «Si raccomanda – continuano gli amministratori- di limitare gli spostamenti, se non per stretta necessità, ed è vietato sostare davanti le scuole. Questo trend ci deve far ben sperare e la ripresa delle attività scolastiche in presenza e tutti i servizi scolastici, – afferma Domenica Bumbaca, assessore alla pubblica istruzione – è necessaria per la didattica, l’istruzione e la socializzazione». «Non dobbiamo- afferma il vicesindaco Giuseppe Fontana- abbassare la guardia, perciò è necessario un comportamento responsabile degli adulti, nonché atteggiamenti coscienziosi e rispetto di tutte le disposizioni anticovid».Per tutelare la comunità e prevenire forme di assembramento, si preferisce prorogare l’ordinanza sulla chiusura del parco gioco e spazio gioco, mentre saranno aperti i centri di aggregazione dove si consiglia di vigilare attentamente sui comportamenti responsabili e adottare ogni forma di prevenzione alla diffusione del virus.

Ufficio Stampa Città di Locri