Freddo e ora solare: quali sono i metodi migliori per risparmiare gas ed elettricità a fine mese

Freddo e ora solare: quali sono i metodi migliori per risparmiare gas ed elettricità a fine mese

Come di consueto, per gli italiani è arrivato il momento di portare indietro le lancette di 60 minuti. Con il ritorno dell’ora solare sarà possibile sfruttare più luce durante la mattina, ma questo renderà anche le giornate più corte (si tratta comunque soltanto di un’impressione).

Insieme a tutto ciò arriverà anche il grande freddo siberiano, dato che quest’anno le previsioni parlano di un gelo da record, come non s’era mai visto in Italia negli ultimi anni. Questo mix di elementi farà alzare i consumi di elettricità e gas in casa. Può diventare utile, quindi, comprendere quali sono i metodi migliori per risparmiare.

Nuove tecnologie e autoletture: i metodi efficaci per risparmiare sul gas in casa

I metodi per risparmiare sul gas sono molti: in primo luogo, conviene richiedere in modo tempestivo un controllo degli impianti e della caldaia, così da manutenerli e da ottenere un sistema di climatizzazione funzionante al 100%. Si consiglia poi di ricorrere alle nuove tecnologie e di installare i termostati smart, che danno la possibilità di regolare le temperature dei termosifoni stanza per stanza. È un “trucco” utile per poter riscaldare meno gli ambienti che viviamo poco, così da risparmiare cifre notevoli in bolletta.

Poi si suggerisce di fornire sempre l’autolettura del proprio contatore. Chi non ne ha mai effettuata una potrà comunque seguire dei tutorial o una guida, come ad esempio quella sull’autolettura del gas di Wekiwi. L’utilità di questa operazione sta nel comprendere quanto si consuma realmente, così da avere una prospettiva importante per agire sugli sprechi e per contenerli. Si consiglia anche di spegnere la caldaia di notte, e di evitare soluzioni come le stufette elettriche, perché si alimentano grazie a tantissima energia. Occhio poi ai consumi in cucina: meglio usare i punti fuoco piccoli coprendo sempre il pentolame. Infine, è importante evitare qualsiasi spiffero, installando gli infissi termoisolanti e i cappotti termici.

Stand-by e classi energetiche: come risparmiare sui consumi di elettricità

Li chiamano “sprechi fantasma”, e si fa riferimento alla mole di energia consumata dagli apparecchi elettronici quando si trovano in stato di stand-by. Dunque, conviene sempre staccarli dall’alimentazione elettrica, per evitare questi sprechi. In secondo luogo, è bene rimpiazzare gli elettrodomestici antiquati con modelli con una classe energetica sostenibile, come quelli A+++. È importante conoscere le nuove etichette e saper utilizzare questi elettrodomestici nel modo corretto, ad esempio avviando la lavatrice e la lavastoviglie sempre a pieno carico, sfruttando i programmi brevi e con temperature non troppo calde.

Inoltre, per risparmiare, è possibile fare qualche sacrificio e rinunciare a tecnologie “energivore” come l’asciugatrice. Ritornando agli elettrodomestici, bisogna fare

attenzione anche ai forni. Il fornetto elettrico conviene usarlo in modalità ventilata, in quanto ottimizza il consumo di energia e velocizza i tempi di preparazione. Il fornetto a microonde è la soluzione più economica in assoluto, per via della sua innata rapidità, e per i consumi ridotti all’osso.