Diritti rivendicati e slogan urlati

Diritti rivendicati e slogan urlati

Qualche giorno fa, un ragazzo è salito sul palco del comizio di Giorgia Meloni mostrando una bandiera arcobaleno. Giunto di fronte alla Fascista Urlante, ha pronunciato tre parole semplici eppure estremamente potenti: “Siamo tutti uguali”.

Attraverso tale gesto pacifico, quel giovane ha ribadito a tutti noi un principio imprescindibile per il vivere civile, che però viene quotidianamente calpestato da slogan intrisi di odio verso qualsivoglia forma di diversità, al solo scopo di accrescere il consenso elettorale.

Oggi più che mai, in Italia i diritti vanno difesi e non possono essere dati per scontati.

Oggi più che mai dalla parte di chi, con dignità e coraggio, resiste e ci ricorda di resistere.