UAAR: “In un paese laico dovrebbe essere festa nazionale la giornata dei diritti umani e non l’immacolata concezione”

UAAR: “In un paese laico dovrebbe essere festa nazionale la giornata dei diritti umani e non l’immacolata concezione”

L’otto dicembre è per la Chiesa cattolica una giornata in onore della Madonna: ma è anche festa nazionale in Italia, fin dal Concordato fascista del 1929. Proprio l’8 dicembre 1854 papa Pio IX, allora monarca assoluto dello stato pontificio, aveva proclamato il dogma dell’immacolata concezione: ovvero il mito secondo cui la stessa Madonna sarebbe stata concepita senza peccato originale.

Il 10 dicembre 1948 l’Assemblea generale dell’Onu ha approvato la Dichiarazione universale dei diritti umani. Un paese laico, moderno e civile festeggerebbe questa Giornata mondiale dei diritti umani, non la celebrazione di una figura considerata “madre di dio” (e di cui tanti di quelli che si definiscono cattolici non conoscono il significato).

UAAR